Franciacorta, un territorio mille emozioni

Ci sono territori capaci di evocare, al solo richiamo del loro toponimo, suggestioni intense, immagini di quiete e di fascino, e voglia repentina di raggiungerli. La Franciacorta appartiene alla schiera dei territori magici, delle terre capaci di ammaliare, sedurre, attrarre. Il suo nome, non appena pronunciato, prima che al territorio fa pensare al dorato perlage regalato da un Franciacorta, magari Satèn, mentre la sua vitalità conturbante è versata in un calice. Ed è subito allegria, gioia di vivere. Nel bicchiere esplodono milioni di bollicine, liberando l’energia accumulata in lunghi anni di lavoro e di amorevoli cure, regalando attimi intensi e preziosi di piacere. Uomini e donne appassionati e competenti sono protagonisti dello straordinario risultato enologico, operando in simbiosi con l’ambiente naturale. Aspetto, quest’ultimo, che rimane fondamentale. Perché non possiamo dimenticare che un grande vino nasce solo da un grande territorio.

Tratto da “Franciacorta l’incanto delle torbiere”

Articoli recenti

Archivi